DETTAGLIO NEWS TORNA ALL'ELENCO

23/10/2014 → Lavoro nero, controlli dei carabinieri:sospensione delle attività e multe per i lavoratori in nero.


I carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro e del comando provinciale di Palermo hanno controllato 16 aziende, riscontrando in 10 di queste la presenza di 23 lavoratori privi di alcuna tutela assicurativa e previdenziale su 61 controllati: sono scattate pertanto le sospensioni amministrative delle attività poiché occupavano lavoratori "in nero" oltre la soglia del 20 per cento negli esercizi commerciali e nel cantiere edile. I datori di lavoro hanno subito regolarizzato le posizioni delle maestranze, ottenendo quindi la revoca dei provvedimenti impeditivi all'esercizio delle attività previo il pagamento di 1950 euro ciascuna.

Sono 2 le denunce a piede libero nei confronti dei titolari di ditte edili ai quali sono state contestate l'omessa nomina del coordinatore per la sicurezza,  l'omessa nomina del medico competente, il non avere formato e informato i lavoratori sui rischi del cantiere, l'omessa consegna dei dispositivi individuali di protezione degli operai, il non avere utilizzato scale a norma con i previsti ancoraggi, non avere predisposto l'idoneo accesso al cantiere, il non avere predisposto idonee protezioni verso il vuoto, nonchè il distacco illecito di un lavoratore presso un altra impresa, oltre all'impiego di lavoratori in nero.