DETTAGLIO NEWS TORNA ALL'ELENCO

25/03/2015 → Ancora 50 vittime sul lavoro nel mese di gennaio.

my ex cheated on me go my husband cheated on me will he do it again
your wife cheated on you link why cheat on your wife

Ancora 50 vittime sul lavoro nel mese di gennaio.
E’ un bilancio che fa inorridire e che, a questo punto, indispettisce chi si occupa di sicurezza sul lavoro e si trova quotidianamente da anni ad elaborare le statistiche delle morti sul lavoro. Praticamente nulla è cambiato rispetto al 2014 quando le vittime erano 51.


A gennaio sono stati 50 gli infortuni mortali , dei quali 33 verificatisi in occasione di lavoro.
E a contare il maggior numero di vittime in occasione di lavoro a gennaio 2015 è ancora la Lombardia (7 infortuni mortali); seguita da: Puglia e Lazio (4), Piemonte e Veneto (3), Abruzzo, Liguria, Marche, Toscana e Campania (2), Sicilia ed Emilia Romagna (1).
Il 12 per cento degli incidenti mortali si è verificato nel settore delle Costruzioni, il 6 per cento nel Commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione autoveicoli e motocicli.

Sul fronte delle classifiche provinciali, poi, sono Roma e Bari ad indossare la maglia nera con 4 morti bianche, seguite da Milano, Torino, Brescia, Treviso, Varese (2).
Gli stranieri deceduti sul lavoro sono 6 pari al 18,2 per cento del totale. La fascia d’età più colpita è sempre quella in cui l’esperienza dovrebbe insegnare a non esporsi al rischio (tra i 45 e i 54 anni).

how to cheat boyfriend my boyfriend cheats i love my boyfriend but i cheat